SHELTER CON IL FAI PER PROTEGGERE LA BELLEZZA E CREARE VALORE

Abbiamo aderito al programma di membership del Fondo Ambiente Italiano. Un gesto concreto per dare valore alla Corporate Social Responsibility della nostra azienda.

Nei nostri primi dieci anni di attività ci siamo sempre guardarti intorno e impegnati per cercare di contribuire al benessere della comunità. Abbiamo aiutato iniziative meritevoli e in linea con la nostra filosofia di responsabilità sociale.

Quest’anno, abbiamo deciso di sostenere il FAI- Fondo Ambiente Italiano attraverso l'adesione al programma di membership aziendale Corporate Golden Donor. Vicini al FAI vogliamo realizzare un grande progetto di tutela che è anche un’ambiziosa sfida culturale: fare dell’Italia un luogo più bello dove vivere, lavorare e crescere i nostri figli.

Il patrimonio paesaggistico e culturale, che il FAI salvaguarda e promuove, rappresenta infatti un capitale unico al mondo e la risorsa fondamentale su cui investire per far rinascere, sviluppare e
valorizzare il nostro meraviglioso Paese.

Grazie al sostegno dei suoi numerosi aderenti, sia privati cittadini che aziende, il FAI da oltre 40 anni tutela e gestisce ben 66 Beni su tutto il territorio nazionale. Importanti insediamenti storici, artistici e paesaggistici salvati dall’incuria, restaurati, protetti e aperti al pubblico.

Tra i beni del FAI ci sono la Baia di Ieranto, di fronte ai faraglioni di Capri, Casa Bortoli, un salotto veneziano con vista unica sul Canal Grande, e Giardino della Kolymbethra, un paradiso terrestre nel
cuore della Valle dei Templi ad Agrigento.

Ogni giorno il FAI si impegna a proteggere e rendere accessibili a tutti splendidi gioielli d'arte, natura e cultura disseminati nelle campagne, nelle città e sulle coste del nostro Paese; a educare e sensibilizzare la collettività alla conoscenza, al rispetto e alla cura dell’arte e della natura e a farsi portavoce delle istanze della società civile vigilando e intervenendo attivamente sul territorio.

Con il FAI, vogliamo un’Italia più tutelata e più bella. È una responsabilità che ci prendiamo come professionisti della sostenibilità ambientale e come cittadini.